Laboratorio di fotografia insieme ai ragazzi del CEPIM Torino

Laboratorio di fotografia insieme ai ragazzi del CEPIM Torino

postato in: Attività, News | 3

Almeno una volta all’anno REFLEXTribe accoglie per un laboratorio fotografico ragazzi e volontari dell’associazione CEPIM Torino – centro persone down.

L’ultima volta la serata ha riguardato la sensorialità: l’intento era quello di realizzare ritratti cogliendo le espressioni suscitate da sapori o suoni particolari.

I sensi coinvolti sono stati dunque, oltre ovviamente alla vista, il gusto e l’udito.

GUSTO:

Durante la prima parte della serata a turno ragazzi e volontari sono stati i modelli-cavie! Dovevano sedersi al centro del set ed attendere ad occhi chiusi un assaggio preparato dai compagni. Ci si è davvero sbizzarriti per creare accostamenti inediti, non per forza sgradevoli! Su un foglio venivano di volta in volta indicati gli ingredienti e quasi sempre l’assaggiatore è riuscito ad identificare i sapori ed indovinare i componenti.

UDITO:

Durante la seconda parte ci si è concentrati sull’udito: il modello doveva ascoltare con le cuffie suoni e rumori selezionati tra quelli naturali e vari generi musicali.


Il video, per il quale ringraziamo Sara Gobbo, spiega meglio di mille parole la serata!


E poi ovviamente ecco le fotografie, scattate da Anna Brignolo e Riccardo Ceppa:


Per concludere ecco qualche foto di gruppo:


Cosa abbiamo imparato dalla serata:

E’ stata una serata di gioco molto divertente ed istruttiva. Il fatto di dover assaggiare “alla cieca” intrugli preparati dagli altri imponeva di accettare il rischio e in qualche modo sviluppare un senso di fiducia verso i cuochi improvvisati. La parte sull’udito è stata forse meno interattiva: i suoi erano già preconfezionati, però ha fornito l’occasione per scoprire i diversi gusti musicali di ciascuno e per ballare un po’!

FOTOGRAFIA:

Le espressioni sono risultate però spontanee ed i volti davvero espressivi. Nei nostri corsi di fotografia (specialmente in quello intermedio) si parla spesso di quanto sia importante la relazione che si crea tra fotografo e modello/a. E di come un bravo fotografo sappia mettere a proprio agio il soggetto. Durante questo laboratorio questa relazione si è costruita in modo spontaneo e la macchina fotografica è divenuta un elemento discreto.

Non è stato semplicissimo gestire il set e mantenerlo sgombro da elementi di possibile disturbo.  Per l’illuminazione sono state utilizzate le nuove luci continue a LED che fanno parte dell’ attrezzatura della sala pose. Sono luci che nascono per i video e che fotograficamente permettono di scattare contemporaneamente in più persone. Rendono la vita molto facile anche al fotografo principiante perchè consentono di visualizzare e gestire al meglio le ombre, ma hanno un elevato decadimento e non consentono quindi una totale libertà di scelta in fatto di ISO, tempi e diaframmi.

Ci siamo così divertiti, che abbiamo deciso di riproporre lo stesso tipo di attività anche ai nostri soci durante un Raduno Tribale del martedì. Prestissimo pubblicheremo anche le fotografie di questa seconda serata!

3 risposte

  1. Siete stati grandi 👍🏼

  2. Grazie ragazzi, è stata una bellissima serata! 🙂

  3. […] vi avevamo preannunciato abbiamo ripetuto il laboratorio fotografico “Ritratti di gusto”, svolto insieme ai ragazzi del CEPIM Torino, con i nostri soci, durante un Raduno […]

Lascia un commento